Zuccone Campelli

 

Valle: Val Sassina - Altre cime della Val Sassina
Punti di appoggio: Rif. Lecco (q. 1779 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia 
Difficoltà:   EE - A - II- - F+ (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia:

KOMPASS Valle Brembana 1:50.000

DESCRIZIONE SALITA

Dal rifugio si contorna una conca e a un bivio si sale per le tracce di destra. Il sentiero prosegue tra roccette e cenge per portarsi alla bocca di Campelli (1913 m) e alla vicina baita Bocca (1923 m). Tracce poco evidenti conducono oltre la linea spartiacque della dorsale orientale dello Zuccone Campelli dove si ha un ampio panorama sul gruppo del Pizzo dei Tre Signori, poi si riprende il sentiero che nei pressi di un’insellatura si biforca: si lascia a destra quello per il Forcellino (ore 0,20-1,10) e si continua a sinistra in salita. Si supera un intaglio e si prosegue a mezza costa sul versante bergamasco, a uno slaveggio artificiale si piega a destra risalendo sempre più rapidamente la dorsale e portandosi sotto cresta, in vista della cima dello Zuccone Campelli. Salendo in cresta si contornano varie forme rocciose mentre la vista si amplia verso la Valtorta e i Piani d’Artavaggio; poi il sentiero riprende in forte pendenza al di sopra di profondi canaloni e guglie slanciate, attraversa un’insellatura (2066 m, ore 0,35-1,45) e mantenendosi in cresta serpeggia tra roccette con un vasto panorama sulle cime circostanti e i paesi di fondovalle. Più avanti (2159 m) la vista è splendida anche verso nord. Lasciando a sinistra la diramazione per lo Zucco di Pesciola si giunge alla bocchetta dei Camosci (2130 m) dove si prosegue lungo la cresta con passaggi impegnativi e attrezzati per salire in vetta allo Zuccone Campelli (2174 m, ore 0,10-1.55).